Corso krav maga: preparazione fisica e competenze professionali

Corso krav maga

La preparazione atletica è un aspetto importante per un combattente. Fino a non molto tempo fa, c’era chi sosteneva che la difesa personale non necessitasse di una preparazione fisica specifica. La realtà però è ben diversa. Durante un combattimento, che si tratti di una difesa da un’aggressione, piuttosto che un match sul ring, la forma fisica aiuta molta a sostenere certe prove. Con questo certo non vogliamo dire che non sia possibile frequentare un corso krav maga a meno che non si abbia un fisico atletico e perfettamente allenato.

Fortunatamente il Krav Maga è una disciplina aperta e rivolta a tutti, di qualunque età, estrazione, sesso, o età. Però, quando si tratta di compiere certi movimenti, piuttosto che eseguire specifiche tecniche, se la fisicità del corpo è stata curata, sicuramente il risultato sarà ottimale. Il movimento risulterà più fluido, l’esercizio verrà eseguito con più elasticità e naturalezza e magari la conseguenza di un contraccolpo, non sarà poi così dura da incassare, o sopportare.

Corso Krav Maga: componente fisico-atletica

Se dovesse essere necessario dover affrontare un combattimento, ad esempio per difendersi da uno o più aggressori all’improvviso, gli elementi da tenere in considerazione sono diversi. Oltre all’aspetto prettamente tecnico, che deve essere padroneggiato con disinvoltura, è necessario non trascurare la componente fisico-atletica e quella psichico-comportamentale.

L’attività di difesa personale non è un’attività sedentaria. Anzi, tutto il contrario. Per questo motivo, per praticarla, è indispensabile migliorare, giorno dopo giorno, la componente fisica. Se tecnica e fisica andranno di pari passo, attraverso un allenamento attento e mirato, le prestazioni saranno sicuramente migliori.

Usare la testa per non usare la tecnica

Quando si parla di preparazione atletica si tende però a fraintenderne il senso stretto. Come abbiamo avuto modo di capire nell’articolo: “Krav Maga: tecniche di combattimento dai tempi di reazioni molto ridotti”, il Krav Maga è un’arte di difesa personale che insegna a reagire alla violenza e non è invece un insegnamento di violenza. Si reagisce istintivamente ad aggressioni, attacchi e prepotenze, sfruttando tecniche specifiche ormai acquisite per memoria muscolare. Ma non solo. Il Krav Maga insegna anche ad usare la testa e valutare le varie situazioni.

Questo significa che, in situazione potenzialmente pericolosa, la dove ci sia una o più possibilità di fuga da prendere in considerazione, quella sarà sicuramente la strada più intelligente da percorrere. Ma scappare significa anche correre e magari correre più veloce di un ipotetico aggressore che voglia inseguirci. Per correre bisogna avere la giusta preparazione fisica atta a sostenere lo sforzo. Il cuore deve essere allenato, i muscoli devono rispondere prontamente e la respirazione deve essere controllata. Quindi Krav Maga non significa solo “opporsi” ad un’aggressione applicando determinate tecniche. Vuol dire anche essere in grado di sostenerle fisicamente.

Capacità propedeutiche al Krav Maga

Imparare il Krav Maga significa anche prendersi cura di sé stessi. Non richiede solo impegno, disciplina e conoscenza di tecniche basilari. Significa anche sviluppare delle capacità fisiche specifiche: forza, resistenza, rapidità, mobilità articolare, equilibrio e propriocezione. Quest’ultima è forse una delle più importanti, delle più essenziali capacità che un combattente dovrebbe possedere. Perché è attraverso la propriocezione che riceviamo le informazioni dai propriocettori relativamente alla posizione, al movimento e all’equilibrio del proprio corpo, in rapporto all’ambiente circostante. Questo significa che è una caratteristica importantissima a schivare colpi, a pararne altri e a rendersi conto di tutto quello che ci circonda, in una determinata situazione.

Corso krav maga

Corso Krav Maga: componente psichico-comportamentale

Quindi per frequentare un corso Krav Maga  è necessario anche stimolare adeguatamente il corpo nel migliore dei modi possibili. Tutto questo sempre nel rispetto della fisiologia e della biomebccanica umana. Ma il corpo non è nulla senza la mente. Anche se sembra una banalità, è un concetto importante nella pratica del Krav Maga.

Parte tutto dalla mente, da come percepiamo le cose, il pericolo imminente o la possibilità che esso si manifesti. È la testa è che innesca i meccanismi di memoria muscolare, che attinge alla nostra fisicità per scappare, o per combattere. Ed è sempre la mente che regola il comportamento in talune situazioni. Saper mantenere il controllo sulla situazione, significa sapersi controllare. Non cadere nel panico, mantenere un ritmo di respiro adeguato e riuscire a continuare a pensare lucidamente.

Una mente lucida equivale ad un comportamento più appropriato alla situazione che ci troviamo ad affrontare. Anche questo è un elemento distintivo tra un semplice praticante di difesa personale e un vero combattente. E come molti altri elementi, può essere migliorato, attraverso un allenamento mirato al controllo della mente e dei sensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *