Krav Maga: tecniche istintive di difesa personale

difesa personale

Ottimo per mantenersi in forma, eccezionale come allenamento fisico e uno straordinario sistema di difesa personale. Il Krav Maga, l’arte israeliana da combattimento istintivo, rappresenta un’attività fisica che permette di mantenersi in forma e contemporaneamente ci aiuta ad aumentare la propria autostima e a difenderci dalle situazioni potenzialmente pericolose nella quali potremmo incappare nella vita di tutti i giorni.

Difesa personale nei combattimenti “a corta distanza”

Letteralmente Krav Maga significa: “combattimento a corta distanza”. Si tratta di una serie di tecniche di autodifesa, nate e messe a punto da Imi Lichtenfeld, un istruttore capo delle forze armate israeliane di Tel Aviv. Il Krav Maga non è una vera e propria arte marziale, come si potrebbe pensare. Si tratta di una disciplina di adattamento alla lotta da strada. Quindi stiamo parlando di un sistema di difesa personale che mette a disposizione varie tecniche per districarsi agevolmente e istintivamente a situazioni di attacco e violenza estreme. Possono sembrare essere situazioni inverosimili, eventi ascoltabili solamente al telegiornale o nella cronaca locale. In realtà, purtroppo, sono delle circostanze nelle quali ognuno di noi, ogni giorno, per un motivo o per un altro, si può ritrovare invischiato. Un aggressione per furto ad esempio, uno scippo, una violenza gratuita da parte di una persona o di un gruppo, o addirittura una prevaricazione razziale, piuttosto che sessuale.

Brutte, bruttissime situazioni dalle quali è sempre meglio girare alla larga. Purtroppo però non sempre è possibile evitarle. Qualche volta ci possiamo trovare invischiati in qualcosa di molto, molto pericoloso dal quale è bene sapere come tirarsi fuori.
Ecco allora che corre in nostro aiuto il Krav Maga. Perché non si sa mai quando e come potremmo averne bisogno.

difesa personale

L’improvvisazione contro gli attacchi

Il sistema di difesa personale del Krav Maga basa la propria forza ed efficacia sull’improvvisazione. Le tecniche sviluppate da Imi Lichtenfeld, che con il tempo sono state perfezionate e adattate, si rivolgono all’individuo medio. Non stiamo quindi parlando di difesa personale insegnata da e per militari, o professionisti del settore. Parliamo di tecniche di difesa personale adatte a chiunque e in qualunque personale. Un combattimento alla portata di tutti, non un arte marziale da ring con arbitri, regole e punteggi. La strada non assegna nessun punto a chi alla fine di un combattimento rimane in piedi.

Come abbiamo già detto, l’improvvisazione è il metodo più efficace per tirarsi fuori dai guai. Tecniche, mosse, colpi, prese e svincolamenti del Krav Maga si basano sull’imprevidibilità che spiazza l’avversario. Nel Krav Maga la tecnica è importante tanto quanto la testa. Pensare, riflettere ed agire, i tre principi base della difesa personale del Krav Maga.
Nel Krav Maga vengono insegnati a sfruttare i propri punti di forza attraverso una svariate gamma di tecniche, basate sulle proprie capacità e caratteristiche. Proprio per questo motivo è una disciplina di autodifesa completa, perché si basa innanzitutto sull’individuo stessa che la pratica, senza rigide regole che ne limitino l’efficacia.

Prevenire è meglio che curare

Si tratta forse di uno dei più vecchi adagi della cultura nostrale e nel Krav Maga trova un fondamento solido. Un mantra se si preferisce un termine più specifico. Questa disciplina da combattimento istintivo, forma corpo e spirito. Una sessione di allenamento di Krav Maga non permette solamente di apprendere delle tecniche di difesa personale, ma lavora il corpo con esercizi cardiovascolari. Aiuta lo sviluppo muscolare, migliora la flessibilità, la velocità di reazione, la precisione, il coordinamento, la resistenza, la forza e la destrezza. Un allenamento a tutto tondo per testa e corpo. Un insieme di tecniche che preferiscono prevenire, piuttosto che curare le ferite in seguito ad aggressioni. Torniamo quindi al “prevenire è meglio che curare”, o piuttosto, la migliore autodifesa è l’attacco. Ed è proprio in questo che il Krav Maga si differenzia dalle principali arti marziali come judo, karate, kung fu, taekwon do, piuttosto che altre discipline tradizionali. In quest’arte marziale israeliana non si attende e si subisce passivamente l’attacco dell’avversario. Si reagisce, velocemente e istintivamente sfruttando la memoria muscolare.
Indipendentemente dalle tecniche di difesa personale che ci insegna, il Krav Maga può anche essere praticato semplicemente per mantenersi in forma, visto l’allenamento intenso necessario per apprenderlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *